Lc 5,33-39

60

Quando lo sposo sarà loro tolto, allora in quei giorni digiuneranno.

33Allora gli dissero: “I discepoli di Giovanni digiunano spesso e fanno preghiere, così pure i discepoli dei farisei; i tuoi invece mangiano e bevono!”. 34Gesù rispose loro: “Potete forse far digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? 35Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora in quei giorni digiuneranno”.

36Diceva loro anche una parabola: “Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per metterlo su un vestito vecchio; altrimenti il nuovo lo strappa e al vecchio non si adatta il pezzo preso dal nuovo. 37E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi; altrimenti il vino nuovo spaccherà gli otri, si spanderà e gli otri andranno perduti. 38Il vino nuovo bisogna versarlo in otri nuovi. 39Nessuno poi che beve il vino vecchio desidera il nuovo, perché dice: “Il vecchio è gradevole!””.

LEGGI TUTTI I COMMENTI AL VANGELO DI QUESTO BRANO

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 2 Settembre 2021
Articolo successivodon Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 3 Settembre 2021 – Lc 5,33-39