Olivero Derio – Riprendiamoci la tavola. Dal cibo alla vita

353

Care lettrici e cari lettori,
vi invitiamo a fare un momento di pausa insieme a noi.

Qui di seguito una breve meditazione a partire dal nuovo libro di mons. Derio Olivero libro “Riprendiamoci la tavola“.

Ascolta l’estratto audio sul sito di Effatà Editrice o qui di seguito:

«La Chiesa è ancora capace di nutrire la sete di spiritualità degli uomini e delle donne di oggi? Solo se ricorda loro che Dio non sta in chiesa (soltanto). Dio sta nel mondo, nel “suo” mondo. Che non è un luogo neutro, ma opera sua. Luogo dove abita il Risorto. Per vederlo non dobbiamo “scappare in chiesa”, ma aguzzare lo sguardo. Dio parla nel pane e negli spaghetti che mangio, parla nella neve e nel sole, parla in ufficio e in fabbrica. Dio parla in panetteria e dalla parrucchiera. Perché Lui è lì.»

“Dio non gode di buona salute nella società attuale. Eppure da tempo c’è una forte rinascita della spiritualità: ricerca di silenzio, di meditazione, di senso, di nuovo rapporto con il creato, con il tempo, con l’universo… La Chiesa è ancora capace di nutrire la sete di spiritualità degli uomini e delle donne di oggi? Solo se ricorda loro che Dio non sta in chiesa (soltanto). Dio sta nel mondo, nel “suo” mondo. Che non è un luogo neutro, ma opera sua. Luogo dove abita il Risorto. Per vederlo non dobbiamo “scappare in chiesa”, ma aguzzare lo sguardo. Dio parla nel pane e negli spaghetti che mangio, parla nella neve e nel sole, parla in ufficio e in fabbrica. Dio parla in panetteria e dalla parrucchiera. Perché Lui è lì. Ecco ciò che provo a fare in questo libro: provo a mangiare “da credente”, provo a guardare la tavola alla luce della mia fede. A poco a poco il sale, le patate, la pizza, le polpette, le sedie… iniziano a parlare. Spero succeda anche a te. Buon cammino.” (Derio) “La vita spirituale non è forse null’altro che la vita materiale compiuta con cura, calma e pienezza: quando il panettiere svolge alla perfezione il suo lavoro di panettiere, Dio è nella panetteria. Il cielo, con Cristo, scende sulla terra un po’ più di quanto non faccia d’abitudine, e qui e là, grazie al lavoro dei cuori, trova il suo posto in un angolo, come se gli fosse stata preparata una nicchia nelle reti dei pescatori, o nelle anfore di vino o nelle ceste di pane. La terra, i mestieri e il piacere di parlare non sono mai stati tanto glorificati come nel Vangelo. Qui cielo e terra sono faccia a faccia per la prima e forse ultima volta nella Storia.” (Christian Bobin)

ACQUISTA IL LIBRO SU
AMAZON | IBS | LA FELTRINELLI | LIBRERIA DEL SANTO | EFFATA’ EDITRICE

Derio Olivero

Appassionato di arte, fotografia, montagna. Appassionato dei giovani. Varie esperienze alle spalle: docente di teologia, parroco, vicario generale per la diocesi di Fossano (CN). Dal 2017 è vescovo della diocesi di Pinerolo (TO).

Ha scritto per Effatà Riprendiamoci la vita (2014), Il gusto della vita (2019), Non è una parentesi (2020) e Riprendiamoci la tavola (2021) nato a partire dalle riflessioni intorno alla tavola tenute su YouTube nei quaranta giorni precedenti il Natale 2020.

ACQUISTA IL LIBRO SU
AMAZON | IBS | LA FELTRINELLI | LIBRERIA DEL SANTO | EFFATA’ EDITRICE

Articolo precedentedon Mauro Pozzi – Commento al Vangelo di domenica 4 Aprile 2021
Articolo successivodon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 30 Marzo 2021