Letture “Guai a voi: Il giudizio nelle parole di Gesù”

427

Le parole di Gesù sulla distinzione tra il bene e il male, sui peccati “che non verranno perdonati”, sulla relazione tra la responsabilità individuale e la fiducia nella salvezza che viene da Dio. In questa puntata il pastore e teologo valdese Paolo Ricca si sofferma, nella lettura degli Evangeli, sulle tre “parabole dell’attesa”.

davanti-a-dioIl regno dei cieli è simile a dieci vergini che, prese le loro lampade, uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le lampade, ma non presero con sé olio; le sagge invece, insieme alle lampade, presero anche dell’olio in piccoli vasi. [5]Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e dormirono. A mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, andategli incontro! Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. E le stolte dissero alle sagge: Dateci del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono. Ma le sagge risposero: No, che non abbia a mancare per noi e per voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene. Ora, mentre quelle andavano per comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: Signore, signore, aprici! Ma egli rispose: In verità vi dico: non vi conosco. Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora. (Vangelo Matteo 25 1-12)

Ascolta la quinta puntata

[audio:http://www.radio.rai.it/podcast/A0036470.mp3]

Sesta puntata

In questa serie, con la guida del teologo Paolo Ricca, abbiamo rilevato la durezza del giudizio di Gesù nei confronti colpe delle guide religiose ipocrite, di chi spreca la propria vita, di chi scandalizza i piccoli, di chi rifiuta un mutamento nella propria vita. In questa ultima puntata prendiamo in considerazione, nel racconto evangelico, il rapporto tra il giudizio e la promessa di bene, la grazia di Dio e la sua misericordia.

“Non giudicate, affinché non siate giudicati.
Perché sarete giudicati secondo il giudizio col quale giudicate, e con la misura con cui misurate, sarà pure misurato a voi
Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio di tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?
Ovvero, come puoi dire a tuo fratello: “Lascia che ti tolga dall’occhio la pagliuzza”, mentre c’è una trave nel tuo occhio?
Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio di tuo fratello.

(Matteo 7, 1-5)

Ascolta la sesta ed ultima puntata

[audio:http://www.radio.rai.it/podcast/A0036804.mp3]


Fonte e download file Real Media: Uomini e Profeti – Radio 3

Libri: Paolo Ricca, Davanti a Dio. Leggendo i Salmi, Claudiana, 2008