mons. Gianfranco Ravasi – Le Frontiere dello Spirito del 19 dicembre 2010

285

Nella prima parte, monsignor Ravasi approfondisce le letture tratte dal  libro del profeta Isaia e lette – come sempre  – dai giovani attori del Piccolo Teatro di Milano:

“In quei giorni, il Signore parlò ad Acaraz: Chiedi per te un segno dal Signore, tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure dall’alto”

Sono tanti gli annunci profetici di Isaia e questo è il più celebre.
Il segno è come un anticipo di quanto il Signore sta per fare e si colloca come tappa intermedia nella realizzazione della sua Parola. Dal momento che Acaraz non vuole credere, il Signore gli dice: “Chiedi per te un segno”, per confermare la tua fiducia in me, che cioè quanto ti ho detto si avvererà. Il segno può essere in ogni spazio, anche in quello non raggiungibile dall’uomo: gli inferi e l’alto dei cieli.

La seconda parte del programma, curata da Maria Cecilia Sangiorgi, è dedicata alla Comunità, “L’Albero della Macedonia“, la prima comunità familiare interreligiosa della Lombardia, nata nel  2009. L’Associazione  sorge in una bella cascina alle porte di Pavia, a Monticelli Pavese. In quella casa, completamente ristrutturata, quattro famiglie con storie, cultura, esperienze e religioni diverse hanno deciso di vivere una accanto all’altra e di sperimentare un’esperienza di affido a favore di ragazzi e bambini italiani e stranieri.