Marcelo Bravo Pereira: Dio ama tutti… Ma non tutte le invocazioni sono uguali

261

A proposito di un fumetto di Gioba che riporta un dialogo tra Dio e un angelo: “Ti invocano in tanti modi diversi… Ma io li amo tutti allo stesso modo”. Una frase che sembra inocua e tollerante deve essere spiegata.

In primo luogo, è vero che Dio ama ogni uomo che viene in questo modo, ma il suo amore è unico e singolare, come quello di una mamma che non ama i suoi bimbi “allo stesso modo” ma ciascuno con un amor infinito.

Poi, è vero che ogni uomo può invocare Dio dal profondo del proprio cuore, anzi, lo Spirito Santo, come insegna Giovanni Paolo II (Redemptoris Missio 28) il Paraclito agisce nel cuore dell’uomo e in seno alle religioni. Ma non ogni invocazione ha lo stesso valore. Non tutte le religioni si collocano sullo stesso piano.

Anzi, se le religioni manifestano lo sforzo dell’uomo per arrivare a Dio, il cristianesimo è lo “sforzo” di Dio che in Cristo viene incontro all’uomo per introdurlo nell’intimità del mistero Trinitario.

Via