fra’ Giovani Salonia, “Io mi perdono, tu mi perdoni?”

18

L’esperienza liberante di comprendere e perdonare se stessi è necessaria per poter perdonare gli altri.

Uno psicologo e frate minore cappuccino, Giovanni Salonia, racconta l’esercizio quotidiano del perdono.

Articolo precedenteOmelia Mattutina di Papa Francesco del 28 febbraio 2017 a casa Santa Marta
Articolo successivoCommento al Vangelo del 5 marzo 2017 – don Luigino Bonato, Diocesi di Vicenza