don Marco Pratesi – San Cipriano di Cartagine, La peste (De Mortalitate)

114

Nel 252 a Cartagine (e altrove) c’è la peste. Il vescovo Cipriano, futuro martire, si rivolge ai suoi per rafforzarne la fede. Una conversazione in tempi di Covid-19.

Link al video

Articolo precedentedon Mauro Pozzi – Vangelo di domenica 10 Maggio 2020
Articolo successivoCommento al Vangelo del 10 Maggio 2020 – Fr. Attilio Gueli