25 dicembre 2011 – Natale del Signore

238

DALLA REGOLA DEL NOSTRO SANTO PADRE BENEDETTO

Bisogna assolutamente evitare che nel monastero un monaco ardisca difendere un altro o quasi proteggerlo per qualsiasi motivo, anche se fossero uniti da un qualche vincolo di parentela. In nessun modo i monaci osino far questo, perché ne può nascere gravissima occasione di scandalo. Chi trasgredisce questa norma, sia punito molto severamente.  (Cap.69,1-4.)

Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 25 dicembre 2011 – Alberto Maggi
Articolo successivoBenedetto XVI – Angelus del 18 dicembre 2011 in mp3 – quarta di Avvento