Vangelo di domenica 1 Settembre 2019 – Mons. Pasquale Cascio

86

Commento di S.E. Mons. Pasquale Cascio, Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia, alla seconda lettura di domenica 1 settembre 2019.

Link al video

Seconda Lettura

Eb 12, 18-19.22-24

Dalla lettera agli Ebrei.
Fratelli, non vi siete avvicinati a qualcosa di tangibile né a un fuoco ardente né a oscurità, tenebra e tempesta, né a squillo di tromba e a suono di parole, mentre quelli che lo udivano scongiuravano Dio di non rivolgere più a loro la parola.
Voi invece vi siete accostati al monte Sion, alla città del Dio vivente, alla Gerusalemme celeste e a migliaia di angeli, all’adunanza festosa e all’assemblea dei primogeniti i cui nomi sono scritti nei cieli, al Dio giudice di tutti e agli spiriti dei giusti resi perfetti, a Gesù, mediatore dell’alleanza nuova.

C: Parola di Dio.
A: Rendiamo grazie a Dio.

Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 1 Settembre 2019 – mons. Francesco Alfano
Articolo successivoCommento al Vangelo del 1 Settembre 2019 – don Mario Poggi