Vangelo del giorno – 9 Giugno 2019 – p. Bruno Oliviero (padre Elia)

82

Commento al Vangelo di domenica 9 giugno 2019 a cura di don Bruno Oliviero, sacerdote dell’Arcidiocesi di Napoli.

Camminare sulle ali del vento…

Cari fratelli e sorelle, la solennità di Pentecoste, che celebriamo Domenica 9 Giugno, ci ricorda l’ebbrezza, la gioia, l’entusiasmo di ritrovarsi con un cuore purificato dallo Spirito Santo, primo dono ai credenti meritatoci da Gesù per i meriti della sua vita, passione, morte e risurrezione e perciò “abitato” da Dio! Immersi nell’oceano della sua Luce con gli “occhi” del cuore siamo resi capaci di comprendere, nella fede, il disegno straordinario di Dio sull’uomo e sul cosmo.

Preghiamo, cari fratelli e sorelle, perché è di una nuova Pentecoste che la Chiesa ha bisogno in questo inizio del terzo millennio per essere il riflesso della “Luce del Mondo”.

In questo modo i cristiani “rivestiti” di potere dall’alto saranno capaci di abbattere ogni barriera creata dalla paura, di scavalcare ogni muro costruito dall’indifferenza, di camminare su ogni “tempesta” scatenata dall’odio per “inventare” soluzioni nuove e creative alle sfide che questo secolo presenterà a questa umanità pellegrina nel tempo e nello spazio. che sintetizzando al massino si possono cosi elencare:

  • La crisi antropologica: L’uomo sta perdendo la sua vera identità di Maschio e Femmina creati da Dio per un destino eterno. – La crisi economica: Un idolo, quello della finanza globale, che sta accentrando ricchezza e potere nella mani di pochi, lasciando la maggioranza dell’umanità nella povertà più estrema.
  • La crisi ambientale: l’umanità è, per la prima volta e potrebbe essere l’ultima, sull’orlo di una crisi ecologica che potrebbe portare all’estinzione della vita sulla terra.
  • La crisi migratoria: proprio per le suddette ragioni milioni di esseri umani sono costretti, per sopravvivere, a lasciare le loro terre mettendo a dura prova la capacità di accoglienza e solidarietà di popoli e nazioni.

Cari fratelli e sorelle, proprio nei momenti più bui della storia umana Dio ha suscitato uomini e donne che fortificati dal suo Santo Spirito e seguendo Gesù, unico Redentore e Salvatore del mondo hanno indicato all’umanità la via della salvezza.

Apriamo, perciò, i nostri cuori all’azione dello Spirito Santo, Dio potrebbe avere bisogno proprio di noi per diffondere il suo Vangelo di salvezza per tutti i popoli.

Link al video

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Lo Spirito Santo vi insegnerà ogni cosa.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 14, 15-16.23b-26

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Articolo precedenteCommento al Vangelo del 9 Giugno 2019 – P. Antonio Giordano, IMC
Articolo successivoCommento al Vangelo del 9 Giugno 2019 – don Giovanni Imbonati, Diocesi di Vicenza