Vangelo del giorno – 8 Dicembre 2018 – p. Bruno Oliviero (padre Elia)

276

Commento al Vangelo di sabato 8 Dicembre 2018 a cura di don Bruno Oliviero, sacerdote dell’Arcidiocesi di Napoli.

Immacolata Concezione della Vergine Maria

Cari amici, Papa Francesco lunedì scorso nell’omelia tenuta durante la santa messa celebrata nella Cappella di Santa Marta, ha ricordato che l’Avvento, inaugurato Domenica scorsa, è il tempo propizio “per purificare lo spirito”.

E il 28 Novembre scorso, durante l’udienza del Mercoledì, aveva affermato che abbiamo bisogno di un trapianto di cuore, un cuore nuovo, cioè, inabitato dallo spirito santo. Infatti Se sono i desideri malvagi che rovinano l’uomo, lo Spirito depone nel nostro cuore i suoi santi desideri, che sono il germe della vita nuova.

Contemplare Cristo, aveva detto il Papa, “per aprirci a ricevere il suo cuore, per ricevere i suoi desideri, per ricevere il suo Santo Spirito”. Cari amici, chiediamo alla Mamma Celeste, l’Immacolata, Regina dei Gigli, di aiutarci in questo cammino di purificazione verso il Santo Natale. Madre Liliana del Paradiso descrive, come solo lei sa fare , la missione della Mamma celeste: “O Bianca Regina dei Gigli, Tu avanzi piena di fascino e di trasparenza, ricca di candore e di umiltà, intrepida e docile all’azione dello Spirito, per insegnare, di generazione in generazione, quale atteggiamento l’uomo deve prendere dinanzi all’iniziativa salvifica del Padre, in che modo debba rispondere al Dio che continuamente chiama, perché realizzi il proprio capolavoro, onde costituire quel popolo di credenti di cui Tu, Madre dell’ascolto, Madre di Dio, sei luminosa icona.”

Cari amici lasciamoci prendere per mano da questa nostra stupenda Mamma e lasciamoci condurre a Gesù unico Salvatore e Liberatore dell’uomo. È tutto per adesso ciao e Dio vi benedica sempre!

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Immacolata Concezione della B. Vergine Maria – Solennità

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di sabato 8 dicembre 2018 anche qui.

  • Colore liturgico: Bianco
  • Gn 3,9-15.20; Sal. 97; Ef 1, 3-6.11-12; Lc 1, 26-38.

Lc 1, 26-38
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 02 – 08 Dicembre 2018
  • Tempo di Avvento I
  • Colore Viola
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: III
  • Salterio: sett. 1

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO

[/box]