Vangelo del giorno – 13 Maggio 2018 – p. Bruno Oliviero (padre Elia)

Pubblicità

Commento al Vangelo di domenica 13 Maggio 2018 a cura di don Bruno Oliviero, sacerdote dell’Arcidiocesi di Napoli.

Oggi più che mai, è necessario presentare, come afferma san Paolo, “dal vivo”, il fascino di Dio che si manifesta in Gesù di Nazareth! (Cfr. Gal. 3,1ss) La “scommessa” è che Gesù restando “ieri, oggi e sempre” (Cfr. Eb.13,8) il Campione, “il Leone di Giuda” (Ap. 5,5b), è il Leader capace di attrarre a sé per condurre al Padre nel Regno della Vita anche, direi, soprattutto, nel nostro tempo.

Occorre dunque che la nostra generazione riscopra Gesù Nazareno, il Figlio di Dio fatto uomo, come “il traguardo escatologico a cui tutto tende, lo splendore di fronte al quale ogni altra luce impallidisce, l’infinita bellezza che, sola, può appagare totalmente il cuore dell’uomo” (Giovanni Paolo II, Vita consecrata, n° 16) Infatti, cari amici, con l’avvento di Gesù, un’umanità nuova fa la sua comparsa sulla terra. In Gesù l’opera della creazione raggiunge il suo traguardo, il suo obiettivo. Tutto Dio ha creato in vista di Cristo, dice S. Paolo, (cfr. Col.1,16b). “Gesù è il primogenito della nuova creazione” (Col.1,18). Con Gesù avviene l’ultimo “salto” di qualità nella storia dell’universo. Benedetto XVI, La creazione raggiunge il “punto Omega”, Gesù è la novità assoluta! Dio resuscitando Gesù dai morti ha confermato la sua compiacenza in lui… (cfr. Lc.3,21-22).

Sedendosi alla “destra” del Padre, Gesù è entrato nel “futuro assoluto” di Dio, per cui dopo di lui non c’è niente di veramente nuovo. Gesù di Nazareth ha così realizzato il “progetto uomo” che Dio aveva da sempre pensato, è arrivato ai “confini” d’ogni umana perfezione: Gesù è, in questo senso, il futuro di Adamo (= il primo uomo, vale a dire ognuno di noi). Gesù è l’uomo che ognuno di noi deve diventare! (Cfr. 1Cor. 15,45-49). Un’umanità nuova quindi, un uomo nuovo, un nuovo “modo di essere” uomo.

Siamo chiamati a vivere una vita superiore che chiamiamo vita nuova, vita di grazia, vita divina…vita cristiana, perché Gesù è la Sorgente di questa vita. Egli viene in questo mondo per donarci questa vita superiore. Egli viene in questo mondo per trasformare, trasfigurare la nostra esistenza e in noi l’esistenza di tutto il creato. Viene per far compiere a tutti coloro che lo accolgono questo “salto” di qualità, questo “Passaggio” (=Pasqua!). Gesù viene in questo mondo e la sola sua presenza produce un’esplosione di gioia. Il suo apparire suscita un entusiasmo incredibile. “Beati i vostri occhi perché vedono e le vostre orecchie perché sentono, perché molti avrebbero voluto vedere ciò che voi vedete, ma non lo videro; e sentire ciò che voi sentite, ma non l’udirono” (Cfr. Lc.7,18ss; 10,17-24).

In Gesù di Nazareth, “L’immagine del Dio invisibile” (Col.1,15), l’Emmanuele (=Dio con noi), Dio chi-ma tutti gli uomini a diventare Campioni d’umanità.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO
VII DOMENICA DI PASQUA – ASCENSIONE DEL SIGNORE – ANNO B

Puoi leggere (o vedere) altri commenti al Vangelo di domenica 13 Maggio 2018 anche qui.

Mc 16, 15-20
Dal Vangelo secondo Marco

15E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. 16Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. 17Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, 18prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno». 19Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. 20Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

  • 13 – 19 Maggio 2018
  • Tempo di Pasqua VII
  • Colore Bianco
  • Lezionario: Ciclo B
  • Anno: II
  • Salterio: sett. 3

Fonte: LaSacraBibbia.net

LEGGI ALTRI COMMENTI AL VANGELO
Potrebbe piacerti anche