Servizio della Parola – Breve commento alle letture del 5 Dicembre 2021

123

Una profezia di salvezza. La liturgia della Parola è segnata da un annuncio di gioia e di speranza: sta per giungere la salvezza del Signore. Dal profeta Baruc fino alla predicazione del Battista, il popolo di Dio è invitato a prepararsi e ad attendere il compiersi del disegno di salvezza preparato da sempre da Dio Padre.

Una profezia di salvezza.

Interpretare i testi di FRANCESCO FILANNINO «La parola di Dio venne su Giovanni» Luca 3,2

Il tema delle letture di questa domenica potrebbe essere definito in questi termini: il Signore manifesta la sua salvezza nella storia degli uomini. L’oracolo del profeta Baruc, nella prima lettura, è una esortazione rivolta a Gerusalemme, che finalmente può gioire per la salvezza che Dio opera in suo favore, dopo l’amara esperienza dell’esilio.

Nel vangelo, Luca è attento a contestualizzare con precisione la discesa della parola di Dio su Giovanni e l’inizio del tempo della salvezza, destinata a tutti gli uomini, come ricordato dall’oracolo di Isaia citato dall’evangelista.

Infine, nella seconda lettura, Paolo esprime la sua gioia perché i Filippesi hanno accolto fin dall’inizio il messaggio salvifico del Vangelo

e sono chiamati a rispondere al dono ricevuto con la carità colma di discernimento, in vista della venuta finale del Signore.

Fonte: Servizio della Parola nr. 528/2021 – Prezzo di copertina: Euro 10,00


Articolo precedenteMons. Costantino Di Bruno – Commento al Vangelo del 5 Dicembre 2021
Articolo successivodon Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 5 Dicembre 2021