Ruminare i Salmi – Salmo 128 (Vulgata / liturgia 127),3 – (XXVII domenica del tempo ordinario, anno B)

165

CEI La tua sposa come vite feconda
nell’intimità della tua casa.

Ebrei 2,11: Colui che santifica e coloro che sono santificati provengono tutti da una stessa origine; per questo non si vergogna di chiamarli fratelli.

[ads2]Marco 10,6-9: Dall’inizio della creazione li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto.

Ilario e Cassiodoro: La sposa è la sapienza: chi s’innamora di lei e l’accoglie nell’intimo della propria casa, il cuore, gusta del suo piacevole frutto.

Prospero: Il mistero dell’unione tra Cristo e la Chiesa è espresso da molti simboli, tra i quali quello del matrimonio. Chiunque si lega a Cristo, partecipa della fecondità della sua sposa, la Chiesa.

Progetto di Dio è il mistero dell’unità, che si svela al sapiente e dà fecondità alla vita.

don Marco Pratesi
http://granoezizzania.blogspot.com/