Sr. Mariangela Tassielli – Commento al Vangelo di domenica 30 Maggio 2021 per bambini/ragazzi

125

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo… non c’è altro, non ci sono altre parole oggi da richiamare costantemente alla memoria. Celebriamo il mistero della Santissima Trinità e oggi più di sempre, come un mantra, possiamo ripeterle costantemente.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, noi viviamo.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, noi siamo stati salvati.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ognuna, ognuno di noi è mandato a rendere testimonianza di una fede carica di vita, di risurrezione, di passione.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, noi contempliamo quello che già Mosè al popolo di Israele diceva essere qualcosa di straordinario, inaudito: noi contempliamo il Dio che ha fatto udire la sua voce, che ha incontrato il suo popolo.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, noi possiamo pensare a Dio scoprendoci figlie e figli amati, desiderati, cercati. Figlie e figli eredi di salvezza, di vita divina, di eternità.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Gesù, ci ha detto: «Andate, fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel Nome…».
E noi dobbiamo andare, dobbiamo parlare, dobbiamo raccontare tutto ciò che di straordinario abbiamo sperimentato nella nostra vita. Non si tratta di piegare, addomesticare, spezzare, portare all’obbedienza cieca. Lo abbiamo fatto per secoli trasformando la bella notizia della salvezza in un cappio al collo, in un rogo acceso, in un giogo stritola-coscienza. E invece noi dobbiamo andare e battezzare nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Battezzare, cioè immergere. Aiutare le genti, ogni fratello e sorella in umanità, a scoprire la bellezza del volto di Dio, a lasciarsi immergere nella sua pienezza, a sperimentare su di sé la salvezza che libera.
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, noi possiamo contemplare gli occhi di Dio, di quel Dio che è, che era e che viene… per noi!

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Padre, Figlio, Spirito Santo

Padre, Figlio e Spirito Santo,
nel vostro amore ognuno di noi possa trovare casa,
nella vita, che tra voi eternamente scorre,
tutti noi, figlie e figli, possiamo lasciarci immergere.

Trinità beata, in voi tutto è amore,
tutto è dono, tutto è pienezza, tutto è vita.
Questa immensità possa attraversarci,
insegnarci nuovi orizzonti,
aprirci a nuove logiche,
immergerci nell’Amore. Amen.

FONTE – Sr. Mariangela, sul sito cantalavita.comCANALE YOUTUBEPAGINA FACEBOOK

Articolo precedenteS.E.R. Mons. Andrea Turazzi – Commento al Vangelo di domenica 30 Maggio 2021
Articolo successivoAngèle Bilegue – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2021