Missio Ragazzi – Commento alle letture di domenica 6 Dicembre 2020 per giovani

171

Inizio di una bella notizia… da qui, solo a partire da una buona notizia si può ricominciare a vivere, a progettare, a stringere legami, e mai partendo da amarezze, da sbagli, dal male che assedia. E se qualcosa di cattivo o doloroso è accaduto, buona notizia diventa il perdono, che lava via gli angoli più oscuri del cuore.

Inizio di una bella notizia che è Gesù. Lui, mani impigliate nel folto della vita, racconto della tenerezza di Dio, annuncio che è possibile, per tutti, vivere meglio e che il vangelo ne possiede la chiave. Il futuro buono è Dio sempre più vicino, vicino come il respiro, vicino come il cuore, profumo di vita.Viene dopo di me uno più forte di me.

Gesù è il più forte perché l’unico che parla al cuore, si rivolge al centro dell’umano (parlate al cuore di Gerusalemme, ditele che è finita la notte, Isaia 40, 1-2). Tutte le altre sono voci che vengono da fuori, la sua è l’unica che suona in mezzo all’anima. Perché ciò che conta è soltanto il fondo del cuore dell’uomo.

E ciò che è vero nel cuore fasaltare tutto un mondo di scuse e di pretesti, di conformismi e di apparenze.

Commento a cura di don Valerio Bersano – Segretario Nazionale Missio Ragazzi

FONTE: Missio Italia