Dal timore alla gioia, dalle porte chiuse alle strade del mondo, questo è il primo “viaggio missionario”che lo Spirito del Risorto fa compiere ai discepoli. Il primo di innumerevoli viaggi che li renderanno testimoni forti e creativi, perché il Vangelo di Gesù possa spingersi fino agli estremi confinidella terra.

Lo Spirito ci rende testimoni di Gesù, che con gioia annunciano nella fede il perdono di Dio e l’irrompere del suo regno di amore, giustizia, pace.

«Evangelizzatori con Spirito», ci chiama Papa Francesco, testimoni che passano dal farei missionari all’essere missionari perché «marcati a fuoco da questa missione di illuminare, benedire, vivificare, sollevare, guarire, liberare»(Evangelii Gaudium,259).

Allora,ogni attimo e ogni piccolo gesto della vita quotidiana diviene possibilità di dire a tutti la gioia di appartenere a Gesù, di raccontare quanto di bello ha fatto per noi, di aprire il cuore del fratello alla fede in Dio, colui che trasforma la vita oltre ogni più grande desiderio di felicità.

Commento a cura di Daniela Gallo – Diocesi di Messina

FONTE: Missio Italia


Illustrazione di Saverio Penati