Missio Ragazzi – Commento alle letture di domenica 28 Novembre 2021 per giovani

64

Ci siamo! Evviva! Non sentite già nell’aria un clima di festa? E’ cominciato l’avvento, uno dei tempi più belli dell’anno liturgico. Un tempo di attesa, di preparazione alla festa, alla nascita di Gesù nel mondo e per il mondo. Ed allora che con il cuore grato per un altro Natale che arriva, vi lasciamo al commento di don Valerio Bersano che ci aiuta nella comprensione del vangelo della I domenica di Avvento.

Leggi qui il brano del Vangelo di domenica 28 Novembre 2021

Come nelle scorse domeniche, il Vangelo ci vuole pieni di fiducia e di speranza. Ci saranno segni nel sole, nella luna, nelle stelle. Il vangelo di Luca ci prende per mano, ci porta fuori dalla porta di casa per guardare le stelle: quando vedrete dei segni nella natura che annunciano grandi cambiamenti, risollevatevi e alzate il capo, la liberazione è vicina.

Stiamo attenti, perché verrà un momento in cui ci sentiremo col cuore pesante. Ma non facciamo entrare dentro di noi la sfiducia, no, perché il tempo dell’Avvento ci vuole regalare un cuore leggero, pieno di fiducia, con una speranza viva, che legga la storia come un grembo che donerà una nuova creatura al mondo.

I Vangeli d’Avvento ci aiutano ad abitare la terra con passo leggero, a custodire il seme della pace che è il perdono, pronti ad un abbraccio. Vivere la vita è lavorare ogni giorno per la costruzione di un futuro di speranza, per sentirci davanti ad un Dio che ha tenerezza e amore e che ci rende davvero pienamente fratelli.

Commento a cura di don Valerio Bersano – Segretario Nazionale Missio Ragazzi

FONTE: Missio Italia

Scarica il disegno da colorare

Articolo precedenteCommento al Vengelo del 24 Novembre 2021 – Monaci Benedettini Silvestrini
Articolo successivoVideomessaggio di Papa Francesco in occasione dell’Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio per la Cultura