Missio Ragazzi – Commento alle letture di domenica 10 Ottobre 2021 per giovani

127

Va vendi quello che hai e dallo ai poveri…
Il giovane ricco davvero ci prova ad essere un discepolo di Gesù. Oggi potremmo dire che aspirava ad essere il “Cristiano Perfetto” ma non è più semplice quando Gesù ci chiede di mettere da parte quello a cui evidentemente teniamo di più, nel caso del giovane ricco, il denaro. Scopriamo ancora di più di questo vangelo attraverso il commento di don Valerio Bersano.

Leggi qui il brano del Vangelo di domenica 10 Ottobre 2021

Gesù è uscito sulla strada, aperto a tutti gli incontri, attento a chiunque incroci il suo cammino o lo attenda alla svolta del sentiero. Ed ecco un tale, uno senza nome, gli corre incontro: come uno che ha fretta, fretta di vivere. Come faccio per ricevere la vita eterna? Gesù risponde elencando cinque comandamenti e un precetto (non frodare) che non riguardano Dio, ma le persone; non conta come hai creduto, ma come hai amato. Maestro, però tutto questo io l’ho già fatto, da sempre. E non mi ha riempito lavita.

Effettivamente è cosa buona essere insoddisfatti, perché si è trasformati in “cercatori di tesori!” Gesù fissò lo sguardo su di lui e lo amò. Ora se dovessimo continuare il racconto avremmo scritto: adesso gli va dietro, non resiste a quegli occhi… Invece la conclusione del racconto va nella direzione che non ti aspetti: Una cosa ti manca, va’, vendi, dona ai poveri…

Sarai felice se farai felice qualcuno; fai felici altri se vuoi essere felice. E poi segui me: devi capovolgere la vita, devi dare amore per primo, per ricevere amore. Gesù, cioè il Vangelo, non ha come obiettivo inculcare la povertà in quell’uomo ricco e senza nome, ma riempire la sua vita di volti e di nomi. E se ne andò triste perché aveva molti beni.

Le regole del Vangelo sul denaro si possono ridurre a due soltanto:

  1. non accumulare,
  2. quello che hai, ce l’hai per condividerlo.

Non porre la tua sicurezza nell’accumulo, ma nella condivisione. Lasciare tutto, ma per avere tutto. Il discepolo allora non rinuncia, se non a tutto quello che impedisce il volo. Saremo capaci di trovare la felicità vivendo la nostra condivisione?

Commento a cura di don Valerio Bersano – Segretario Nazionale Missio Ragazzi

Articolo precedenteEnzo Bianchi – Commento al Vangelo di domenica 10 Ottobre 2021
Articolo successivoDiscorso di Papa Francesco ai rappresenti delle religioni sul tema “Religions and Education: towards a Global Compact on Education”