Missio Ragazzi – Commento al Vangelo di domenica 27 Marzo 2022 per ragazzi

183

- Pubblicità -

Il padre misericordioso della parabola più famosa, nel vangelo secondo Luca, è immagine dell’amore di Dio: è l’unico amore che vale la pena imitare, è l’unico amore che costruisce.

Ma il padre misericordioso perché permette il dolore di quel figlio che finisce al freddo e, affamato, sta con i porci? Perché non lo ferma? Perché, sapendo che disperderà tutto, non lo affronta? Perché non dialoga con lui? Perché Dio permette la nostra sofferenza?

- Pubblicità -

Dio ci ama e facendoci liberi non ha mai temuto che gli voltassimo le spalle: è un Padre che desidera che il nostro sia un amore vero, si fa trovare con le braccia aperte e la bocca chiusa alla critica. Sì, davvero Dio ci disarma con il suo amore e quando ci facciamo disarmare compiamo il bene, perché Dio è il bene, non perché si deve, ma perché si ama l’Amore.

Preghiamo per tutti quei figli che oggi non trovano genitori che somigliano al Padre del cielo, ma che si ispirano ad altri modelli. Il Vangelo – lieta notizia per tutti – ci aiuti a vivere la Pasqua di Gesù, nella fraternità che accoglie tutti, perché siamo tutti figli che necessitano di tornare a casa!

Download “Missio Ragazzi - Commento al Vangelo di Lc 15, 1-3. 11-32” 27-marzo-22.pdf – Scaricato 127 volte – 120 KB

- Pubblicità -

FONTE: Missio Italia

Scarica il disegno da colorare

Articolo precedentedon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2022
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2022