Mara Colombo – Commento al Vangelo di domenica 22 Marzo 2022 per bambini

99

- Pubblicità -

Il Vangelo di oggi riporta alcune frasi che Gesù ha detto ai suoi discepoli prima di morire. Durante l’ultima cena Gesù ha detto moltissime cose ai suoi amici!

Provate a pensare a quante raccomandazioni fanno mamma e papà quando devono salutarci e sanno di non vederci magari per qualche giorno oppure anche solo la mattina prima di andare a scuola! La verità è che poi tutte queste cose fanno fatica a starci nella testa! Sono troppe e anche se ci concentriamo non riusciamo a ricordarle tutte!

Immaginatevi gli apostoli! Non avevano il cellulare per registrare la conversazione con Gesù! E nemmeno un foglio e una penna per appuntarsi le cose più importanti! E poi loro non avevano capito che presto sarebbero rimasti senza il loro Maestro … perciò, per loro era una cena e pensavano a mangiare e a bere, a gustare il cibo e la bella compagnia!

Nonostante Gesù sapesse bene tutto questo – come mamma e papà sanno benissimo che tutto quello che ci dicono noi ce lo dimentichiamo uscendo dalla porta – Gesù consegna ai suoi discepoli parole importanti, nuove, difficili da capire. Perché? Perché Gesù non ha pensato di scrivere tutto quello che voleva dire ai suoi amici? Come avrebbero fatto a ricordarsi tutto?

E qui entra in gioco lo Spirito Santo! Lui, dice il Vangelo di oggi, “vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto”. Che forza questo Spirito Santo! Un suggeritore divino! Ci vorrebbe anche per le lezioni di scuola o le raccomandazioni di mamma e papà! Lui aiuterà i discepoli non solo a ricordare le parole di Gesù per riscriverle per noi, ma soprattutto Lui entrerà a far parte della vita di ogni discepolo, suggerendo parole e comportamenti, aiutandoli a trovare la verità, insegnando loro a vivere e a superare le difficoltà della vita come aveva fatto e raccomandato Gesù quando era tra loro! Anche mamma e papà ci fanno tutte le raccomandazioni non perché si fidano della nostra memoria ma di quello che il loro amore fissa nel nostro cuore!

Questo Spirito Santo è la fonte della pace di cui parla Gesù oggi. Vi lascio la pace, vi do la mia pace dice Gesù. Il suo Spirito non è solo il “server” dove cercare le parole dette da Gesù per ricordarsele ed è molto più di un vocabolario che ci spiega il significato di quello che non capiamo e ci fa qualche esempio per capire meglio. Lo Spirito che Gesù manderà ai suoi discepoli funziona anche da POWER BANK! Se voi avete un power bank – carico ovviamente! – ogni volta che il vostro cellulare è scarico potete ricaricarlo e così non far morire la batteria anche se siete in giro e non avete una presa elettrica. Lo Spirito Santo innanzitutto è sempre carico, e ci ricarica ogni volta che siamo affaticati; se il nostro animo è triste perché ha ricevuto una brutta notizia, se il nostro corpo è dolorante perché si è ammalato, se la vita non è per niente sempre facile, se i compiti e le lezioni sono troppe e difficili, se qualcuno ci ha offeso o se abbiamo litigato con qualcuno e rabbia e agitazione non ci fanno stare tranquilli, se le cose vanno storte, se non ci sentiamo capaci di fare niente, … quando insomma abbiamo la batteria scarica, dobbiamo ricordarci delle parole di Gesù.

Vi lascio la pace di dò la mia pace, non quella del mondo ma la pace di Dio. Lo Spirito Santo è un power bank che ci ricarica di amore. Dobbiamo imparare una cosa importante oggi: la pace che ci dà Gesù non è una formula magica che ci libera dalle fatiche e che fa scomparire i problemi o le malattie. No! La pace che ci dona Gesù è la certezza che Lui è sempre con noi e si prende cura di noi; Lui cura le nostre ferite, coccola il nostro cuore, ascolta le nostre richieste, ci abbraccia e ci consola quando siamo tristi, gioisce ed esulta con noi quando siamo felici; Lui è al nostro fianco sempre, se le cose ci riescono bene e anche quando non ci riesce niente di buono!

- Pubblicità -

Lo Spirito di Gesù è meglio di qualsiasi collegamento wi-fi, non perde mai la connessione!

Lo Spirito di Gesù ha più conoscenze di Google e ci ricorda le parole che contano aprendo subito la pagina che ci serve!

Lo Spirito di Gesù è un caricatore che non si scarica mai e non lascia mai noi con la batteria a terra!

Perchè Dio non ha cellulari, cavi e spinotti; Dio ha figli che ama da morire! E con la sua pace che nasce dal suo amore nessuna guerra ci potrà allontanare da Lui. E vivremo sempre con il cuore colmo della sua Pace.


Articolo precedentesuor Roberta Vinerba – Commento al Vangelo di domenica 22 Maggio 2022
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 22 Maggio 2022