Mara Colombo – Commento al Vangelo di domenica 16 Maggio 2021 per bambini

185
vangelo per bambini - domenica

ASCENDE IL SIGNORE TRA CANTI DI GIOIA

Mercoledì pomeriggio, ore 17.00 prove del coretto dei bambini. La mamma inizia a ricordare ad Emma il suo impegno e le chiede di prepararsi. Ma Emma non ha voglia di uscire… Questo Covid ci ha chiuso in casa per così tanto tempo che adesso la pigrizia è diventata parte integrante di alcune giornate. La mamma prova con le sue frasi più famose: “Hai preso un impegno, è giusto che lo porti avanti!” e poi “Ma ora che puoi uscire vuoi restare a casa?” e ancora: “Se chi ha una bella voce non si prodiga per rallegrare le Messe chi deve farlo, chi è stonato?” Emma con molta flemma e poca voglia prende giacca e scarpe e si prepara per uscire. Con la faccia poco convinta – perché stava per fare una domanda che aveva già fatto altre volte e aveva sempre ricevuto un “no” per risposta – chiede: “Posso tornare a piedi da sola dalle prove?” La mamma sorride: “Va bene!” Emma sgrana gli occhi – non riusciva a crederci! – e domanda: “Ma come faccio quando arrivo a casa ad entrare visto che il citofono è rotto?” E la mamma le consegna un mazzo di chiavi di casa raccomandandole di non perderle assolutamente!

Riuscite ad immaginarvi l’energia che Emma sprigionava in quel momento? Fece un salto, le chiavi nella tasca con la cerniera ben chiusa, il cuore che batteva a mille e un sorriso che era più grande della mascherina che portava sul volto! Sarebbe tornata da sola e aveva anche le chiavi di casa!

Che cosa c’entra questa storia con la festa di oggi? Gesù ascende al cielo, torna al Padre, i suoi amici lo vedono salire su su fino alle nubi e poi sparire. In carne e ossa, lo avevano toccato, aveva mangiato e bevuto con loro, era rimasto dopo la resurrezione con loro per quaranta giorni perché tutti loro avessero la certezza che era risorto davvero; si era fatto abbracciare, avevano parlato, avevano pescato, … Ora spariva dai loro occhi, li lasciava con un messaggio: aspettate lo Spirito Santo e poi fate ciò che Lui vi dirà! Gesù capisce che sono diventati grandi abbastanza per fare la strada da soli, darà loro le chiavi di casa e si fiderà di loro!

Emma tornando a casa da sola dalle prove del coretto è stata molto attenta, ha ricordato tutte le raccomandazioni dei suoi genitori, ha tenuto le chiavi nella tasca con la cerniera chiusa per non perderle, ha guardato a destra e a sinistra prima di attraversare per ben 5 volte perché meno le sembrava pericoloso, è rimasta sul marciapiede sempre, era troppo felice! Portava nel suo cuore e nei suoi gesti la mamma e il papà. Così i discepoli quel giorno e noi oggi, portiamo Gesù nel cuore e, con le chiavi di casa e la fiducia che lui ci ha dato, camminiamo nella vita e nella chiesa con il cuore colmo di felicità!

Così riusciamo meglio a capire il ritornello del Salmo di oggi: “Ascende il Signore tra canti di gioia”. Siamo felici, Gesù non ci ha lasciati ma ci ha lasciato andare da soli, con le chiavi di casa perché si fida di noi, ci ha salvato perciò con Lui nel cuore non può succederci nulla; quando torneremo a casa Lui sarà lì ad aspettarci, perché ci ha preparato un posto e nessuno ce lo può togliere! E continueremo a fare festa, ad essere felici!
Buona festa dell’Ascensione a tutti!

Fonte


Articolo precedentedon Marco Pozza – Commento al Vangelo di domenica 16 Maggio 2021
Articolo successivoCatechisti Parrocchiali – Commento al Vangelo del 16 Maggio 2021 per bambini e ragazzi