Dossier Catechista – Commento al Vangelo per bambini e ragazzi del 13 Settembre 2020

188

Raga, siete forti in matematica? lo ho scoperto che qui dalle parti di Dio c’è una cosa che non si può misurare: il suo amore! Non che lui non sappia fare i conti: guardate l’intelligenza e la perfezione della creazione! È che di fronte alle suppliche e alle preghiere dei suoi figli si riempie di compassione. Purché essi trattino gli altri come Dio tratta loro.

PER CAPIRE

Settanta volte sette. Secondo la teologia ebraica del tempo di Gesù, Dio perdona Io stesso peccato tre volte e il giudeo osservante è tenuto a im itarlo. La proposta di Pietro gli sarà sembrata generosa, ma Gesù propone un numero inverosimile, cioè sempre, perché è ciò che Dio è disposto a fare per il peccatore, affinché utilizzi bene le risorse e il tempo che gli rimane.

Lo supplicava. Nella parabola Dio è un re giusto che a tempo debito regola i conti con i propri servi. Il tale che gli deve una cifra impressionante sa cosa gli spetta visto che non è in grado di restituirla. Tuttavia implora pazienza e per la magnanimità del sovrano riceve addirittura il condono del debito. Un compagno. II servo aveva diritto alla restituzione di cento denari dal suo compagno, e questi non pretende il contrario. Chiede soltanto un po’ di pazienza. Il servo è malvagio perché si è totalmente scordato del dono appena ricevuto. La cattiveria ha preso il posto dell’amore. Riceverà quello che si merita.

IMPEGNO

Puoi iniziare con un gioco. Completa la frase «Non sopporto…» buttando fuori le cose che non ti piacciono e i tuoi risentimenti verso le persone scomode. Poi prendine una e prova a immaginare perché si è comportata male nei tuoi confronti. Cosa avresti fatto, al posto suo? Sei certo/a di non averla mai provocata? A che giova continuare a odiarla? Questo è il primo passo verso il perdono. Qualcosa che prima di tutto farà bene a te!

PREGHIERA

Conservami un cuore
bambino, Signore.
Un cuore semplice e puro
come una sorgente
d’acqua fresca.
Un cuore sincero
che sa ammettere
i propri sbagli.
Un cuore che preferisce
il sorriso al broncio,
l’amicizia alla distanza,
la pace alla guerra,
il perdono all’odio.
Un cuore che
con la stessa gioia
sa ricevere un dono
e sa regalarlo a un altro.
Un cuore che bene intende
e merita l’amore.

NELLA REALTA’

«C’è del buono nel peggio di noi e del male nel meglio di noi. Quando scopriamo questo siamo meno inclini a odiare i nostri nemici». Così diceva, raccontando la sua storia e testimoniando la sua fede, Steven McDonald. Aveva 29 anni quando come poliziotto fermò tre ragazzi che stavano rubando una bicicletta al Central Park di New York. Uno di loro estrasse una pistola e gli sparò tre colpi, rendendolo tetraplegico. Eppure Steven decise di perdonarlo, convinto che l’amore sia la risposta a ogni domanda. Per tutta la vita ha portato in giro questo messaggio, ricevendo migliaia di lettere commoventi: «Se tu, che non puoi abbracciare tua moglie e giocare a pallone con tuo figlio, hai perdonato il tuo aggressore, allora io posso perdonare chi mi ha fatto del male».

Fonte: Dossier Catechiesta

Per le immagini: la pagina Facebook di Dossier Catechista

L’abbonamento per l’anno catechistico 2020-2021 comprende 8 numeri (settembre 2020-maggio 2021) + l’agenda del catechista + due poster.

Il prezzo è: per l’Italia € 13,90; per l’estero € 29,00. E’ consigliato controllare se gli importi non siano stati modificati.