Commento (e immagini) al Vangelo di domenica 27 Marzo 2022 per bambini – Fano

218

- Pubblicità -

Un perdono incondizionato

Il Padre, che è la luce, viene ad abbracciare il figlio che è partito e la cui luce, gioia e speranza si sono spente.

Questo è Dio, il Padre della Luce e della Misericordia. Il Padre che abbraccia e non punisce né biasima il prodigo pentito ne aveva abbastanza di lui. Benvenuto dal perdono più puro e incondizionato.

- Pubblicità -

Ma quello che più ci colpisce della parabola è che non siamo chiamati a identificarci con il figliol prodigo o con il primogenito. Siamo chiamati a identificarci con il Padre che, con il suo cuore enorme, accoglie colui che è partito e lo celebra.

Quanto cambierebbe il mondo con più cuori come quelli del Padre! Chiediamo la conversione dei cuori, soprattutto la fine delle guerre nel nostro mondo, con un occhio all’Ucraina.

(Testo tradotto usando Google Translate – mi scuso per eventuali errori, nel caso scrivete nei commenti)


Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 23 Marzo 2022
Articolo successivoCommento al Vangelo di Domenica 27 Marzo 2022 – don Mauro Manzoni