Commento alle letture di domenica 26 Gennaio 2020 per bambini – ElleDiCi

1764

Commento alle letture di domenica e spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

PRIMA LETTURA (Is 8,23b–9,3)

Il profeta scrive in un momento critico per le tribù del nord di Israele, attraversate dagli eserciti invasori e che hanno conosciuto l’esilio per opera degli Assiri. Ma annuncia che «il popolo che camminava nelle tenebre ha visto una grande luce», la libertà dagli oppressori e la pace.

Capire le parole

  • Zabulon e Neftali. Neftali è il quinto figlio di Giacobbe-Israele, Zabulon il decimo. Nei loro territori erano stati commessi peccati raccapriccianti. Il messaggio che Gesù porta è straordinario: Dio ti si è fatto vicino, convertiti! Non è nel sontuoso tempio di Gerusalemme che si incontra Dio, ma là dove qualcuno accoglie l’inaudito annuncio del Signore.

SECONDA LETTURA (1 Cor 1,10-13.17)

Un ambiente difficile quello di Corinto, anche per la predicazione del Vangelo e la vita dei nuovi cristiani. Paolo condanna le divisioni che si sono create a favore dei vari predicatori, che danno adito a simpatie ideologiche e a schieramenti. Egli afferma di essere stato inviato a predicare, ma si vanta di non fare «un discorso sapiente», di mettere al centro la croce di Cristo, crocifisso per tutti.

Capire le parole

  • Discordie. Letteralmente significa “disunione dei cuori”. Gesù nell’Ultima Cena si raccomanda molto e prega che gli apostoli restino uniti e Paolo trasmette lo stesso sentimento a tutte le comunità.

VANGELO (Mt 4,12-23)

Gesù comincia la sua predicazione pubblica nella Galilea, dove è vissuto finora. Sceglie Cafarnao, la cittadina più importante presso il lago di Tiberiade, nel territorio di Zabulon e Neftali, realizzando le parole del profeta Isaia. Qui proclama il regno di Dio, invita a cambiare vita e a convertirsi e costituisce il gruppo dei suoi primi discepoli.

Capire le parole

  • Insegnando nelle loro sinagoghe. La sinagoga era ed è abitualmente il luogo dello studio e della preghiera della Parola di Dio.
  • E guarendo ogni sorta di malattie. La predicazione di Gesù è accompagnata e confermata da miracoli di guarigione.

IN SINTESI

Abbiamo cominciato domenica scorsa il primo anno del tempo ordinario, che per semplicità viene chiamato anno A, e oggi inizia la lettura continua del Vangelo secondo Matteo. Gesù ha appena ricevuto il battesimo e lo Spirito lo conduce nel deserto, dove supera le tentazioni. Quindi comincia la vita pubblica, proclama il regno di Dio, invita tutti alla conversione e sceglie i suoi primi apostoli.

Fonte (e molto altro materiale) sul sito elledici.org