Commento alle letture di domenica 22 Dicembre 2019 per bambini – ElleDiCi

176

- Pubblicità -

Commento alle letture di domenica e spunti di riflessione dedicati ai catechisti o ai sacerdoti per impostare l’omelia per la messa con i bambini.

Ognuno di noi è segnato con il proprio nome. Dio chiede a Giuseppe di dare al bambino che Maria porta in grembo un nome particolare. Lo chiamerà Gesù che significa «Dio salva». Tutto un programma!

PRIMA LETTURA – Dal libro del profeta Isaia (Is 7, 10-14)

Dio non ha dimenticato il suo popolo. Isaia annuncia una grande nascita. I cristiani nel bambino videro Gesù.

Capire le parole

  • Segno. È qualcosa che vediamo e ci porta a conoscere una cosa che ancora non vediamo.
  • Isaia. Esercitò sotto i re Acaz ed Ezechia (740-701 prima di Cristo). Ha annunciato la
    grandezza di Dio; denunciato le ingiustizie e dato speranza.

Un nome. una speranza!

Il re Acaz è in guerra contro due re vicini. La sua città è assediata. Nel mezzo delle angosce viene annunciata una bella notizia: la moglie attende un figlio. Il profeta Isaia dichiara che questo figlio si chiamerà «Emmanuele», «Dio-con-noi». Per il suo nome, tutti pensano che questo principe respingerà i nemici. Fa anche nascere la speranza che elimini il male dalla terra! Questo principe però non realizzerà le attese dei sudditi. Ma Dio ha promesso.
E Isaia ha fiducia. Se la sua promessa non si realizzerà subito, si realizzerà più tardi. Il re tanto atteso verrà. Per i cristiani è Gesù.

SECONDA LETTURA – Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani
 (Rm 1, 1-7)

A Natale festeggiamo Gesù, il figlio dell’uomo. Ma festeggiamo anche il Figlio di Dio che dimora nel seno del Padre.

- Pubblicità -

Capire le parole

  • Carne. Per Paolo la carne è l’uomo in tutta la sua debolezza.
  • Grazia. Questa parola vuol dire dono, regalo. Dio dona la sua forza agli uomini, la sua
    grazia.

VANGELO (Mt 1, 18-24)

Da dove viene Gesù? Egli è stato educato in una famiglia umana, quella di Giuseppe il carpentiere. Ma egli viene dallo Spirito Santo. E’ il segno che Dio è con noi.

Capire le parole

  • Genti. I giudei chiamavano così quanti non appartenevano alla religione ebraica.
  • Giusto. Una persona che osserva la legge, nutre fiducia in Dio, fa come lui vuole.
  • Ripudiare. È rompere il matrimonio mandando via da casa la moglie.
  • Concepire. Generare. Dare la vita a un bambino. Dopo nove mesi nascerà.

Di più

Zitti, Giuseppe dorme!

Dopo aver appreso che Maria attende un bambino, è sconvolto. Ma da sempre Giuseppe cerca di fare la volontà di Dio. L’angelo del Signore gli appare in sogno, la notte gli porta consiglio. Al mattino Giuseppe ha Compreso l’importanza della sua missione. Non fa rumore, agisce con discrezione.
Nel Vangelo di Matteo è grazie a lui che Gesù porta il suo nome: «Il Signore salva»!

Fonte (e molto altro materiale) sul sito elledici.org

Articolo precedenteCommento al Vangelo dal foglietto “La Domenica” del 22 Dicembre 2019
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 21 Dicembre 2019