Commento al Vangelo per bambini e ragazzi del 26 Maggio 2019 – Dossier Catechista

11

6a domenica di Pasqua «C»

Maestro di pace e d’amore

Rito ambrosiano • 6a dom. di Pasqua C: Gv 16,12-23

Dio vuole abitare in noi. Vuole riempirci della sua sapienza, della sua
pace, del suo amore. Vuole cancellare sofferenze, turbamenti e paure.
Vuole condurci al suo eterno abbraccio. Gesù è venuto per farci conoscere queste realtà, avendole vissute per primo nella sua vita terrena. A noi l’invito a seguire le sue orme, per costruire un mondo come vuole Lui.

COMPRENDO LA PAROLA

Prenderemo dimora.

L’amore fa sì che Dio venga ad abitare in noi. Come scrive san Paolo, noi siamo tempio dello Spirito Santo. Da questo dono immenso nasce la grande responsabilità di dare la giusta dignità a ciò che siamo.

Paraclito.

Lo Spirito di Dio è il nostro «tutor», Colui che ci ammaestra, consola e spinge verso il bene, facendoci ricordare la Parola del Signore Gesù e rendendola concreta e viva per il nostro tempo.

La mia pace.

Il termine (traducibile con serenità,benessere, riconciliazione, pienezza di vita), assume un significato originale, perché è una pace «diversa da quella che dà il mondo». È il superamento di ogni turbamento e timore, la tranquillità nel profondo dell’anima, la gioia del sentirsi dimora di Dio.

Vi rallegrereste.

Sembra strano rallegrarsi per un addio, per un lutto, ma Gesù è ben consapevole del suo futuro gaudioso nell’abbraccio del Padre, in Paradiso.

ASCOLTO LA VITA

Arrivano da tutto il mondo. Sono normali cartoline inviate, da amici e soprattutto sconosciuti, a Umberto, terza media, di Alba (Cuneo). Gli servono per studiare Geografia, che per lui era particolarmente ostica. Umberto è un ragazzo sordo e la sua educatrice ha avuto un’idea creativa
e amorevole: «Facciamo scrivere a Umberto da persone sorde come lui. Facciamoci raccontare le loro città, che noi tradurremo nel linguaggio dei segni». È diventato un curioso libro di Geografia, personalizzato e colorato. E un grande motore d’incontro con la solidarietà e l’amicizia di tante persone. Un mondo che è diventato prossimo di chi si era sentito emarginato e ora, per la fantasia dell’amore, ne è intensamente parte.

PREGO LA PAROLA

Donami pace, Signore Dio.
La pace del sereno
nel cielo della mia vita.
La pace di un buon rapporto
con chi mi sta accanto.
La pace di chi in coscienza
sa di aver fatto il possibile
per costruire il bene.
La pace di chi non giudica
e non sparla di nessuno,
perché conosce i suoi peccati.
La pace di chi
in ogni situazione
si affida a Dio,
come un bimbo
in braccio a sua madre.

MI ATTIVO

La tradizione ci indica sette doni dello Spirito: sapienza, intelletto, consiglio,
fortezza, scienza, pietà, timore di Dio. Li conosciamo?

Lo Spirito Santo soffia incessantemente i suoi doni su di noi, ma la nostra anima può essere impermeabile al suo vento buono. Chiusa come una cantina buia, non gli permette di entrare. Come possiamo aprirci a Lui? Parliamone in gruppo.

In settimana pregherò lo Spirito affinché mi ispiri un gesto originale e fantasioso per mostrare il mio amore a chi voglio bene.


Fonte: Dossier Catechiesta – Maggio 2019 pag. 55

L’abbonamento per l’anno catechistico 2018-2019 comprende 8 numeri (settembre 2018-maggio 2019) + l’agenda del catechista + due poster.

Il prezzo è: per l’Italia € 12,90; per l’estero € 22,00. Per l’Italia, ogni 5 abbonamenti pagati ne viene aggiunto uno in omaggio (5+1), in pacco unico o a destinatari diversi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.