Commento al Vangelo di domenica 8 Marzo 2020 per bambini/ragazzi – Sr. Mariangela Tassielli

17

Ne prende tre… solo tre: Pietro, Giacomo e Giovanni. E potremmo chiederci il perché… perché solo loro?

Li prende e li porta su un monte… Non in un posto qualsiasi, ma su un monte. Perché il monte è il luogo della presenza di Dio. Il monte, nella storia di Israele, è stato testimone di cose meravigliose, di alleanze inaspettate. Su un monte si sono scritte le tavole della legge. Su un monte Dio ha incontrato l’uomo.
E il monte, con Gesù, ancora una volta, diventa testimone di questo straordinario incontro… scambio di doni immeritati.
Scambio di doni.
Così oggi mi piace pensare alla Trasfigurazione. Dono immeritato che il Padre in Gesù ci ha fatto.

La Trasfigurazione in fondo non fa altro che aprirci uno scorcio sull’oltre… su quel che accadrà oltre la passione, oltre la croce, oltre la morte del Signore. In Gesù riceviamo la pienezza del dono. In Gesù riceviamo quello che le antiche Scritture avevano promesso. Il cielo ci viene riconsegnato come la nuova terra promessa, la nuova terra da abitare. E no, non sono ingenua. Quando dico «cielo» non penso alle nuvole, ma a Dio. In Gesù e nel suo essersi fatto dono d’amore per noi, Dio stesso diventa la terra da abitare, la casa che si fa per noi grembo di una nuova vita. Ok, penserete che o sono allucinata o sono blasfema.

Eppure io mi sento semplicemente figlia di questa Parola, figlia amata nell’Amato, nelle cui mani Lui si consegna.
Oggi, pregando e contemplando la Trasfigurazione del Signore non ho voglia di fare tende, perché non ho voglia di farmi bastare quello che vedo. Aspiro ad altro. So di poterlo fare. Aspiro a Dio. So che in Gesù è possibile. Nella sua luce voglio restare, ma non per fermarmi, ma per ricominciare a correre verso Dio, con gli altri.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Tu, Parola luminosa

Signore Gesù,
Figlio amato del Padre,
vogliamo ascoltarti,
vogliamo accogliere la tua Parola
che risplende luminosa
tra le oscure pagine della storia
che viviamo.
Storia attraversata da paura,
rabbia, violenza, ira,
incomprensione, morte.

Vogliamo ascoltarti,
Parola vivente,
per risplendere in te,
per portare al mondo la tua luce,
per irradiare attorno a noi
la tua presenza che ridona vita.

Insegnaci a restare alla tua presenza,
a rimanere in te. Amen.

Altre immagini di Sr. Mariangela, sul sito cantalavita.com

 


Articolo precedenteKaratechesi – Hallelujah / Canto per Cristo
Articolo successivoPreghiera del pellegrino a Lourdes