Commento al Vangelo di domenica 7 Giugno 2020 per bambini/ragazzi – Sr. Mariangela Tassielli

270

Cosa possiamo dire a commento della festa della Santissima Trinità? Cosa c’è da capire?
Forse nulla… forse ci è chiesto solo di contemplare. Ed è il Vangelo a suggerircelo. Sono solo tre versetti, quelli che la liturgia ci offre, ma sono traboccanti di Dio, delle sue logiche, dei suoi motivi.
La nostra generazione è impastata di mentalità scientifica. Ogni cosa ha bisogno di prove perché si possa dire che esista. E questo pensiero macina il cuore, mina la fiducia, indebolisce l’affidarsi. Eppure ci sono mondi infiniti che si muovono nell’invisibile, nel non-tangibile, nel non verificabile.

Penso semplicemente all’amore. All’amore che accarezza, certamente, ma anche all’amore che pota per curare, che frena per difendere, che toglie per prevenire… a quell’amore, a volte esigente, che ti fa sentire solo, disarmato… ma che altro non sta facendo se non farti crescere, maturare, renderti libero

Ecco, è questo l’amore che oggi la liturgia ci chiede di contemplare: la totalità di un amore che ha portato Dio a uscire fuori da se stesso per raggiungere noi e liberare la vita, consegnarci alla gioia, renderci capaci di Lui. Amore misterioso e immotivato, amore illogico e a tratti insensato. E il perché del dono non va cercato in null’altro se non nell’amore.

Qualcuno dirà: «Ma non si poteva usare un sinonimo? Amore ripetuto tante volte in poche righe…».
No, non si poteva usare un sinonimo, perché è l’amore l’unica realtà che deve saltarci in mente tutte le volte che sentiamo la parola «Trinità». È l’amore che lega il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo all’umanità. È l’amore che ha fatto sì che nella perfezione avesse un posto privilegiato la creatura. È l’amore che ci permette di respirare lo stesso Spirito di Dio. È l’amore che costantemente ci solleva dal peccato e ci riporta nel palmo della mano di Dio.

UNA PREGHIERA COME SOSTEGNO

Crediamo in te

Noi crediamo in te, Trinità Santissima;
crediamo nella straordinaria forza
di quell’amore che ci ha raggiunti in Gesù
e ci ha resi figli.
Crediamo nella disarmante immensità
di quell’amore che gratuitamente
ci ha redenti.
Crediamo nella tenace determinazione
di quell’amore che senza condizioni
si è piegato su di noi e ci ha sollevato.
Noi ti lodiamo e benediciamo, Dio,
Padre del Signore Gesù,
poiché in lui ci hai donato lo Spirito dell’amore
che può trasformare la nostra vita in un capolavoro.
Amen.

FONTE – Sr. Mariangela, sul sito cantalavita.com


AUTORE: Sr. Mariangela Tassielli
FONTE: Cantalavita
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER