Catechisti Parrocchiali – Commento al Vangelo del 9 Maggio 2021 per bambini e ragazzi

201
Catechisti Parrocchiali - Commento al Vangelo del 2 Maggio 2021 per bambini e ragazzi

IL CIRCOLO VIRTUOSO DELL’AMORE

Questo brano è la continuazione del discorso di Gesù sulla vite e i tralci, iniziato domenica scorsa.

Gesù, come primo passo, invita a riconoscere l’amore gratuito che Dio ha per ciascuno di noi e ribadisce, usando più volte il verbo rimanere, la necessità, per i discepoli di ogni tempo, di restare in questo circuito d’amore.

Egli chiede, poi, un ulteriore passo: non basta riconoscere l’amore che si riceve, ma è necessario rispondere concretamente all’amore con l’amore: con parole di incoraggiamento, conforto, lode, con gesti semplici di accoglienza, servizio, perdono. È questo il comandamento dell’amore che Gesù esorta i suoi discepoli a osservare.

Obbedire al suo comandamento non significa rispettare una norma, ma rimanere nell’amore, che procede dal Padre e che, per l’azione dello Spirito Santo, dal Padre arriva al Figlio, dal Figlio a noi e, attraverso noi, al prossimo, ritornando a Dio Padre come frutto di fede e testimonianza.

Approfondiamo una parola del Vangelo

Comandamenti

Precetti positivi o negativi, rivelati direttamente da Dio al suo popolo, che costituiscono norma di comportamento morale e religioso. Per antonomasia il termine indica i Dieci comandamenti della Legge, dati da Dio a Mosè sul monte Sinai, come parte del patto o alleanza tra lui e il suo popolo, Israele.

PREGHIAMO

Signore Gesù,
tu ci inviti a rimanere nel tuo amore
senza limiti
e senza misura. Aiutaci a scoprire
in quanti modi,
ogni giorno,
il tuo amore
ci raggiunge nei gesti e nelle parole
di fratelli e sorelle
e a non perdere nessuna occasione di amare gli altri come tu ci hai amato. Signore Gesù,
donaci di restare sempre nel tuo circuito d’amore!

Fonte del materiale:

Catechisti Parrocchiali
Rivista di MAGGIO 2021 a SOLO 2€ (in PDF)


Articolo precedenteCommento a 2Maccabei 9, 1-29
Articolo successivodon Marco Pozza – Commento al Vangelo di domenica 9 Maggio 2021