Catechisti Parrocchiali – Commento al Vangelo del 12 Aprile 2020 per bambini e ragazzi

280

L’AMORE HA VINTO LA MORTE

Nella Messa della Veglia pasquale Matteo racconta, in poche battute, l’evento della risurrezione di Gesù.

All’alba del primo giorno della settimana, passato il sabato, alcune donne vanno al sepolcro… ma, al posto del corpo del Maestro, trovano un giovane in bianche vesti che affida loro il più sconvolgente degli annunci: il Signore è risorto! Elaborato il fatto della tomba vuota, le donne corrono ad annunciare ai discepoli la Buona Notizia. Le donne, nonostante la poca considerazione (solo di allora?), sono le prime destinatarie e le prime inviate a testimoniare l’annuncio pasquale, sono le protagoniste della prima evangelizzazione della Chiesa nascente!

Mentre andavano a dare l’annuncio ai discepoli, Gesù stesso appare loro confermando la consegna dell’angelo: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno». Tornare in Galilea, per i discepoli, è riandare all’inizio della loro chiamata, per ricominciare e superare il rinnegamento, il tradimento e l’abbandono.

La Pasqua ci dà la certezza che il Risorto è presente nella nostra vita terrena, impregnandola della sua vita divina, proiettandola verso una meta di risurrezione e di gloria!

ImpegniAMOci ad annunciare con coraggio e gioia, come le donne del mattino di Pasqua, che Cristo è risorto!

Approfondiamo una parola del Vangelo

Pasqua

Per gli ebrei è fissata il 15 del mese di Nisan del calendario ebraico; per i cristiani, invece, si festeggia sempre di domenica, giorno della risurrezione di Gesù.
Secondo la regola fissata dal Concilio di Nicea nel 325, la Pasqua si celebra la domenica successiva al primo plenilunio, dopo l’equinozio di primavera (21 marzo), per cui è compresa nel periodo dal 22 marzo al 25 aprile.

PREGHIAMO

Signore Gesù, il mattino
di Pasqua,
al sepolcro, le donne hanno ascoltato il più sconvolgente degli annunci: «Non è qui,
è risorto!»
e hanno avuto la forza e il desiderio di annunciarlo ai discepoli. Signore Gesù, anche noi abbiamo ascoltato quest’annuncio, ma non lo abbiamo fatto «correre»
fra la gente. Donaci
lo stesso coraggio
e vigore delle donne nell’annunciare e testimoniare la tua risurrezione.

Fonte del materiale:

Catechisti Parrocchiali
Rivista di APRILE 2020 a SOLO 2€