Catechisti Parrocchiali – Commento al Vangelo del 23 Febbraio 2020 per bambini e ragazzi

507

AMARE…IN PERDITA

Il Vangelo di oggi ci fa concludere il discorso sulle sei antitesi, arrivando al cuore del messaggio cristiano che Gesù presenta come il compimento della giustizia e l’amore per il nemico.

Gesù, citando la legge del taglione che non rinunciava alla violenza,
pur cercando di regolamentarla attraverso il concetto di equità, propone ora una novità radicale: superare la violenza con la giustizia vera che si apre all’amore. Con quattro esempi suggerisce al discepolo non la rassegnazione, ma la resistenza attiva, mite, umile, misericordiosa, capace di «toccare» il cuore dell’aggressore.

Il Maestro indica, poi, la sua proposta più alta e difficile: amare i nemici! L’atteggiamento necessario per superare la prospettiva della Legge antica e vivere quella del Vangelo, è eliminare il concetto stesso di nemico, riconoscendo nell’altro un fratello, figlio dell’unico Padre.

Amare l’altro nella sua diversità e unicità secondo la logica di «un amore in perdita», che non chiede il contraccambio, è «la particolarità» dell’amore cristiano.

ImpegniAMOci a pregare per il bene di una persona che ci ha fatto del male.

Approfondiamo una parola del Vangelo

Legge del taglione

Già conosciuta nel codice di Hammurabi (XVIII sec. a.C.) e in alcune raccolte di leggi sumero-accadiche, era una legge saggia: limitava la vendetta e ne evitava il prolungarsi fra tribù e clan avversari. Nell’AT è formulata con l’espressione: occhio per occhio, dente per dente (Es 21,24; Lv 24,19s; Dt 19,21) e sottolinea la responsabilità personale delle proprie azioni, l’uguaglianza delle persone davanti alla Legge e la giusta proporzione tra reato e punizione.

PREGHIAMO

Signore Gesù, tu ci proponi la logica dell’amore…
in perdita, che sa amare anche
il nemico,
che risponde al male
con il bene, alla violenza con l’accoglienza,
all’offesa con il perdono.
Signore Gesù, tu ci consegni
questa proposta
alta di vita, perché vuoi che diventiamo
perfetti nell’amore, come è perfetto
il Padre
che è nei cieli.

Fonte del materiale:

Catechisti Parrocchiali
Rivista di FEBBRAIO 2020