p. Bruno Oliviero (padre Elia) commenta il Vangelo del 18 Luglio 2021

53

Con Passione!

Cari fratelli e sorelle, l’umanità di questo inizio del terzo millennio vive , anche a causa della pandemia, più nel mondo digitale che in quello reale. Nell’attesa di essere liberati, con l’aiuto di Dio, dal flagello del coronavirus per riscoprire, come ci ha augurato Papa Francesco nella sua enciclica Evangelii Gaudium, la mistica del vivere insieme: sguardi, abbracci, gesti di amore e di solidarietà … È urgente pregare il Padrone della messe perchè mandi pastori santi che sull’esempio di Gesù buon Pastore, siano capaci di guidare le pecorelle, anche nella rete, ai pascoli della vita eterna

Uno studio a cura di 17 ricercatori pubblicato il 6 luglio scorso sulla prestigiosa rivista PNAS, ha affermato che la portata dei cambiamenti che provocano i social network sulla società è troppo preoccupante per saperne così poco, per cui è necessario studiare meglio gli effetti dei social network sul comportamento collettivo…

Cari fratelli e sorelle anche oggi, in questa società cosiddetta tecnoliquida, agli occhi di Gesù le folle dei nostri fratelli e sorelle sparsi per il mondo, sia reale cue digitale, devono apparire come pecorelle senza pastore… Pecorelle che, come sempre, sono affamate e assetate di vita, verità, di bellezza, di bontà, di giustizia, di fraternità, di solidarietà…. Come è urgente che i cristiani tutti, ma in particolare i sacerdoti, uniti a Gesù, Buon Pastore, e fedeli al magistero infallibile del Papa, siano per le moltitudini buoni influencers capaci di ridare fiducia e speranza al mondo.

Link al video
Articolo precedenteCommento al Vangelo del 18 Luglio 2021 – fr. Janvier Ague OFM.Cap
Articolo successivodon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 18 Luglio 2021