p. Arturo MCCJ – Commento al Vangelo del 11 Agosto 2020

8

Ci troviamo catapultati in una comunità in cui l’ordine delle grandezze è invertito. Il punto di arrivo di ogni vera conversione è il diventare come i bambini. Ciò non significa ritornare nell’infanzia o, peggio, nell’infantilismo, ma mettersi davanti a Dio come bambini di fronte al padre.

Diventare come un bambino e percepire che il Padre ci chiama sempre a crescere, è diventare ciò che dobbiamo essere: Umiliarsi, diventare piccoli non è un ideale ascetico di timido nascondimento o di rassegnata sottomissione, ma un concreto servizio di Dio e del prossimo. Piccolo è colui che non conta, colui che serve.

Il primo posto nella comunità cristiana è riservato a lui. La base di misura dei cristiani non è la grandezza o la potenza, ma l’umiltà. E tutti, se vogliono stare nella comunità cristiana, devono mettersi in atteggiamento di servizio. Chi sono i piccoli di oggi ???


Fonte: Telegram

Il canale Telegram “Vedi, Ascolta, VIVI il Vangelo”.

Un luogo dove ascoltare ed approfondire la Parola con l’apporto di P. Arturo, missionario comboniano ?? ???????????, teologo biblista. Se vuoi comunicarti con loro, scrivici a paturodavar @ gmail.com BUON CAMMINO!!!

https://t.me/parolaviva

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 11 Agosto 2020
Articolo successivoMons. Costantino Di Bruno – Commento al Vangelo del 11 Agosto 2020