Federazione Clarisse – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2022

91

- Pubblicità -

Mi fido di te!
Risuona questa musica, risuona questa fiducia in questo giorno che celebra la festa del cielo e della terra. Si, un cielo abitato da noi, dalla nostra umanità. Una terra benedetta in noi, con noi, perché il dono che è Gesù ci lascia, per non lasciarci, rimane nel dono dello Spirito che ci ricorda ogni cosa e ci guida alla verità.

Il passaggio dell’Ascensione ci chiede ulteriormente e finalmente l’abbandono fiducioso. Lui si fida di noi, ci porta con Lui e lascia tutto nelle nostre mani: la nostra vita, la sua e quella degli altri. Il quotidiano trasuda di vita e di Dio a noi sceglierla, con coraggio, osando quel possibile che vediamo di speranza, nei gesti silenziosi di chi ogni giorno si prende cura di sé, dell’altro, del creato, della casa comune! Lui si fida e si è fatto nostra via, benedice il nostro cammino con la sua Pasqua, amore fino alla fine.

Un Amore che quando lo sperimenti cambia la tua vita e se decidi di seguirlo è via aperta alla logica nuova che sa che l’unica vittoria è di tutti e per tutti, nell’arte fragile di venirsi incontro, di tendere la mano, di fare un passo indietro, di farsi vicini, di lasciare, di andare e tanto altro! Forza di volontà? Non può bastare. Soffio di vita che nasce da dentro ma è dono da accogliere. Ascolta il silenzio, ascolta la domanda, ascolta la pace, ascolta la creatività che nasce dall’amore. Chiamati ad essere testimoni della vita nuova che riceviamo in dono nella sua misericordia. Chiamati a rimanere per ricevere e condotti fuori per donare!

Allora, come direbbe Chiara di Assisi, gioisci dunque anche tu nel Signore sempre e non ti avvolga nebbia di amarezza. Poni il tuo cuore nella figura della divina sostanza e trasformati tutta, attraverso la contemplazione, nell’immagine della sua divinità, così che anche tu senta ciò che sentono gli amici gustando la dolcezza nascosta che Dio stesso fin dall’inizio ha riservato ai suoi amanti. E ama con tutta te stessa colui che tutto si è donato per amore tuo!

Per finire ancora musica che risuona:
Ovunque sarai
Ovunque sarò
In ogni gesto io ti cercherò
Se non ci sarai
Io lo capirò
E nel silenzio io ti ascolterò!

sorelle povere di Imperia Porto Maurizio FONTE

Photo by Dan Meyers on Unsplash

- Pubblicità -


Articolo precedenteCommento al Vangelo del 29 Maggio 2022 – mons. Giuseppe Busani
Articolo successivop. Alessandro Cortesi op – Commento al Vangelo di domenica 29 Maggio 2022