don Roberto Seregni – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2020

107

L’acqua è vita. Senz’acqua non esisterebbe nulla, tutto sarebbe polvere e morte. Nel suo stato liquido, gassoso e solido, l’acqua è la materia della vita. Cosí è la Trinitá. Si manifesta con tre volti differenti, ma è la fonte unica e insostituibile della vita. Gesú è l’acqua zampillante, lo Spirito è alito di vita e il Padre è il ghiaccio infuocato dell’amore.

Gesù è l’acqua viva che disseta la nostra arsura (Gv 4,1-26). Siamo assetati di bellezza e di verità, ci buttiamo ansiosamente su tutto ciò che promette di saziare il nostro bisogno d’infinito, ma le promesse rimangono tali, e si ripete, purtroppo, ciò che aveva annunciato Geremia: “Il mio popolo ha abbandonato me, sorgente di acqua viva, e si è scavato cisterne, cisterne piene di crepe, che non trattengono l’acqua” (Ger 2,13). Ma lui ci aspetta seduto al pozzo, come fece con la donna di Samaria. Il suo costato trafitto continua a spillare sangue ed acqua per tutti gli assettati della terra.

Lo Spirito è la brezza leggera del mattino, carica di rugiada e di novità. È un vapore leggero che fa fiorire il deserto (Is 35,1-2), é una nuvola che accompagna e orienta il camino del popolo (Es 13,22), è un’ombra che protegge (Sal 121,5), è un soffio delicato e potente (Gv 20,22) che riempie di vita e passione le vele della Chiesa in cammino del mondo.

Il Padre è il ghiaccio infuocato dell’amore che spacca i nostri cuori di pietra e trapianta in noi un cuore di carne (Ez 36,26), purifica i nostri peccati e ci fa piú bianchi della neve (Sal 50,9). Egli “soffia la gelida tramontana sull’acqua che si condensa in ghiaccio” (Sir 43,20) e ci protegge come una corazza dagli attacchi del nemico. La sua parola è come “la pioggia e la neve che scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere irrigato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, perché dia il seme al seminatore e pane da mangiare”. (Is 55,10)

La Trinitá è vita.
Che Cristo sazi la tua sete.
Che lo Spirito ti avvolga e ti protegga.
Che il Padre ti rivesta di candida e soffice bellezza.
Amen.

Un abbraccio, don Roberto


Don Roberto (prete missionario della Diocesi di Como) – Sito Web

Fonte: il canale Telegram “Sulla Tua Parola“.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno