don Roberto Seregni – Commento al Vangelo del 5 Luglio 2020

211

In queste poche righe si sprigiona tutta la novitá e la bellezza del Vangelo. Gesú propone una sovversione senza paragoni, le sue parole sono cariche di profezia e di audacia.
Abbiamo davvero bisogno di ascoltare il maestro, di lasciarci ricondurre da lui al cuore del Vangelo per riscoprire la bellezza e la freschezza dell’annuncio della novitá del Regno.

Gesù benedice il Padre, Signore del cielo e della terra, perché rivela il Suo Vangelo a chi è disarmato, a chi si fida e si affida, a chi è pronto ad accogliere un dono a mani vuote.
I piccoli non sono i bambini, né semplicemente gli ultimi o i poveri. I piccoli di Gesù sono quelli che riconoscono di avere bisogno di Lui, che sperimentano la fragilità della carne e mettono tutto nelle sue mani.
I piccoli di Gesù sono quelli che hanno il coraggio di togliere l’àncora e lasciarsi portare dal soffio dello Spirito, sono quelli che amano il mare aperto senza troppa nostalgia dei porti.
I piccoli sono quelli che raccolgono l’invito di Gesù: «Venite a me!», sono quelli che hanno scoperto che solo Lui puó riempire la vita di bellezza, nonostante le fatiche, le delusioni e le cadute.

Rileggendo queste righe del Vangelo mi scorrono davanti agli occhi tanti volti e tante storie di fratelli e sorelle che mi hanno insegnato cosa vuol dire essere i piccoli di Gesú.

Penso a Carolina, che è scappata dal Venezuela con il marito malato di alzheimer, una figlia con disabilitá visiva e un nipote con un ritardo mentale. Non l’ho mai sentita lamentarsi, nemmeno una volta. Solo si fida e si affida.

Penso a David e Lucy, contagiati dal COVID, senza un soldo in tasca per comprare viveri, medicine e ossigeno. Si sono affidati alla provvidenza e hanno ricevuto piú di quanto immaginassero. Dio sa sorprendere. E adesso, che sono guariti, raccolgono donazioni per aiutare a chi sta peggio di loro.

Potrei raccontare altre cento storie sacre, storie di uomini e donne che si sono fidati e affidati, storie di fratelli e sorelle che mi hanno profondamente evangelizzato e mi hanno fatto scoprire chi sono davvero i piccoli di Gesú.

Uniti nella preghiera
Un abbraccio,
Don Roberto


Don Roberto (prete missionario della Diocesi di Como) – Sito Web

Fonte: il canale Telegram “Sulla Tua Parola“.

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno