don Nicola Salsa – Commento al Vangelo di oggi, 2 Giugno 2019 – Lc 24, 46-53

90

Dio ci porta sempre con se

Gesù sale in cielo in anima e corpo; egli ci porta con se e l’uomo entra a far parte della Trinità. In Cristo noi siamo vincitori, potremmo subire delle sconfitte, ma con Gesù la vittoria è ormai certa. Anche nella tempesta peggiore Gesù guida la tua barca al porto sicuro

Link al video

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Mentre li benediceva veniva portato verso il cielo.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 24, 46-53

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni. Ed ecco, io mando su di voi colui che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall’alto».

Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato su, in cielo. Ed essi si prostrarono davanti a lui; poi tornarono a Gerusalemme con grande gioia e stavano sempre nel tempio lodando Dio.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

 

Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 2 Giugno 2019 – mons. Giuseppe Mani
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 2 Giugno 2019 – p. Giancarlo Bruni