don Manuel Belli – Commento al Vangelo del 21 Novembre 2021

47

E vissero tutti felici e contenti

A Cristo re si è tutti un po’ “e vissero tutti felici e contenti”

Nel senso

I buoni sentimenti natalizi ci portano a pensare a una bontà un po’ sbarazzina e che alle fine… non incide per nulla nella nostra vita se non il giorno di Natale per creare un po’ di atmosfera Ma il rischio è quello di annegare anche la festa di Cristo Re e farla diventare la festa di Gesù re tanto buono che non è come quelli della terra che poi sarebbe da vedere se sono tutti cattivi a me la regina Elisabetta mi sta simpatica ma Gesù sarebbe come quei re delle fiabe che non si arrabbia mai, che vuole bene a tutti. E così, a forza di re buoni, di buoni sentimenti e di bontà tanto al chilo si rischia di annegare la fede in sentimenti positivi.

Ci sono tre cose invece che sono abbastanza graffianti del vangelo della festa di Cristo Re e che ci consolano perché ci fanno fare un passo di verità, non ci anestetizzano di buoni sentimenti. Scusate, ho avuto una settimana molto complicata e sono proprio allergico questo sabato a ogni semplificazione, frase fatta o buon sentimento. Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me? E’ la domanda che Gesù rivolge a Pilato ed è fondamentale.

Parli per sentito dire, o ti sei fatto un’idea tua? Cioè, Gesù è re perché nella vita ho provato a dargli ragione perché il regno di Dio è una mia preoccupazione reale, perché gli riconosco voce in capitolo, o perché… vabbè lo dicono tutti! L’essere re di Gesù può essere una cosa vera come il teorema di Pitagora, e vabbè… si è vero… ma non è che mi cambi la vita oppure può essere vero come l’amore e questa verità mi trasforma. Il mio regno non è di questo mondo.

Questa terra non è il Regno di Dio il suo regno non è di questo mondo Da Cristiani siamo chiamati a vivere con assoluta passione per questa terra ma anche con assoluto distacco. Su questa terra non è possibile nessuna pienezza la nostra vita non si risolve su questa terra siamo in cammino verso un’altra patria, un’altra meta, un altro regno Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità e ma cosa è la verità? Una teoria? Una formula? Un libro?

Gesù testimonia la verità perché lui stesso è la verità Siamo durante il processo: Gesù sta per andare in croce Gesù non è uno solo che dice cose vere Gesù vive l’amore di cui parla, vive della relazione con quel Dio che dice essere Padre. Riconoscerlo re, significa non pensare solo che dice cose vere ma vivere di lui. Le cose cambiano…

Link al video


Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteDon Vinicio Carminati (Vangelo Digitale) – Commento al Vangelo di domenica 21 Novembre 2021
Articolo successivodon Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 21 Novembre 2021