don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 22 Settembre 2020

133

«Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».

Gesù approfitta della questione dei suoi parenti per farci comprendere quale deve essere il rapporto fra noi e Dio. C’è una condizione precisa per essere un familiare del Signore: ascoltare la Parola di Dio e metterla in pratica. Attenzione, Gesù ci ricorda che non basta solo ascoltare la Parola ma dobbiamo anche tradurla in opere concrete.

Per questo motivo non possiamo essere cristiani a chiacchiere né uomini e donne di sacrestia. Se vogliamo essere familiari di Gesù la Parola deve diventare vita vissuta. Alla luce di ciò, capiamo che Gesù non si è comportato male nei confronti di Maria, ma invece ne ha messo in risalto la grandezza. Infatti con il suo “eccomi” ha ascoltato la Parola trasformando la sua vita in un continuo Magnificat. Impariamo dalla Madre ad essere figli di Dio.

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio su Facebook