don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 1 Ottobre 2020

196

«Pace a questa casa!».

Iniziamo questo mese di ottobre con l’invito forte di Gesù a portare la pace. Ai discepoli è affidato questo annuncio da portare con tutto se stessi, senza niente di più perché tutto il resto è superfluo. Questa pace va portata, dice Gesù, nella casa: innanzitutto nel proprio cuore e poi nello spazio vitale di ogni uomo.

La casa è il simbolo della quotidianità, degli affetti, della crescita. Dietro la porta di ogni casa ci sono mille storie fatte, tante volte, di sofferenza, di disagio sociale, di problemi relazionali. Siamo chiamati a portare la pace in ogni vita in cui entriamo. I gesti di pace hanno la capacità di ridonare vita, di ricreare ciò che sembrava distrutto, di ristabilire l’ordine.

Ecco perché Gesù chiede ai suoi di portare la pace, ma non una pace generica bensì quella pace legata indissolubilmente all’annuncio del Regno di Dio, quella pace che nasce dalla profonda consapevolezza di essere figli amati e perdonati dal Padre celeste.

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio su Facebook