don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 6 Dicembre 2020

126

È un nuovo inizio quello presentato da Marco nel vangelo di oggi, un inizio che ci riporta alla Genesi, alle prime parole: “in principio”, ognuno di noi dovrebbe ricominciare, come la Chiesa si ripropone di fare ogni anno in occasione dell’Avvento; ogni Natale non siamo mai gli stessi dell’anno scorso, in modo particolare quest’anno, dopo tutto quello che l’umanità sta vivendo, a causa di questa pandemia, abbiamo la possibilità di cambiare, convertirci, come Giovanni, l’emblema della novità che urla la salvezza.

Cerchiamo di trovare un tempo, in questo tempo in cui siamo chiamati a stare di più a casa, per entrare nel deserto del nostro cuore e ripensare alla nostra vita e al nostro cammino quotidiano, l’Avvento è la possibilità che ci diamo ogni anno di far rinascere Cristo nel nostro cuore.

Ripartire, ricominciare siano le parole che ci accompagnano in questo tempo, prendiamo sul serio l’invito ad una rinascita e una conversione, ogni gesto che compiamo sia autentico, prepariamo così la strada allo sposo che viene.


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)