don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 5 Aprile 2020

246

Alla Sua Presenza…

Condividere la Parola…

Dopo un cammino lungo quaranta giorni, siamo giunti alla Domenica delle Palme che ci apre alla grande settimana santa, settimana quest’anno particolarmente straordinaria che ci costringe a stare in casa e vivere i riti, i gesti e i segni che la Chiesa da sempre propone, attraverso i nuovi strumenti di comunicazione, questi ultimi dono straordinario per questo tempo; siamo chiamati a riflettere e pregare sulle “passioni” e le “croci” che ancora oggi continuano a flagellare e crocifiggere Cristo nella carne di tanti nostri fratelli.

Siamo chiamati a meditare su un Dio che non abbandona il legno della croce, segno del fatto che mai siamo soli nella sofferenza seppur lancinante e terminale, Lui è con noi e non ci abbandona, non si stacca e non fugge da quel momento. “Come con Gesù, Dio non ci salva dalla sofferenza, ma nella sofferenza; non ci protegge dalla morte, ma nella morte. Non libera dalla croce ma nella croce”.

Noi Cristiani siamo chiamati in questo tempo a stare vicino a Gesù, a contemplare il suo volto, i suoi gesti, la sua vita nel momento più brutto, impariamo ad abitare la sofferenza come ha fatto lui, lavando i piedi, donando il suo corpo, Amando tutti! Buona Domenica delle Palme!

Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)