don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 25 Luglio 2021

152

Questa Domenica il Vangelo ci presenta l’unico miracolo descritto in tutti e quattro i Vangeli: la moltiplicazione dei pani e dei pesci; questo “miracolo” è in realtà un segno tangibile per comprendere la missione di Cristo; mi colpisce un’immagie, Andrea vede un ragazzo che ha cinque pani e due pesci, tutti pensano alla quantità che non basterà mai per cinquemila uomini, nessuno si rende conto che questo giovane in realtà sta donando tutto quanto possiede per gli altri, è poco, ma è tutto quanto possiede…

Tutto! è quella famosa immagine della goccia nell’oceano che Madre Teresa ci ha lasciato: “Sappiamo bene che ciò che facciamo non è che una goccia nell’oceano. Ma se questa goccia non ci fosse, all’oceano mancherebbe.” È necessario un cambio di prospettiva, non più il “mio” pane, ma il “nostro” pane, quando il “mio” diventa “nostro” avviene la moltiplicazione, è così che quel poco/tutto diventa sufficiente per sfamare tanta gente!

Da questo atteggiamento avviene la vera distribuzione, cioè quella del pane che non finisce mai, il pane della generosità che sfamerà il mondo intero!


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)

Articolo precedentedon Manuel Belli – Commento al Vangelo del 25 Luglio 2021
Articolo successivoPoesia “I nonni”