don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 18 Aprile 2021

66

Oggi in questa III Domenica di Pasqua il Vangelo ci offre la possibilità di incontrare Cristo attraverso l’esperienza che due discepoli di ritorno da Èmmaus raccontano agli undici nel cenacolo, proprio in quel momento di condivisione e confronto, Cristo si fa presente in mezzo a loro e si rivolge a tutti con le parole: “Pace a voi”; i discepoli hanno paura, credono di trovarsi difronte un fantasma; allora Gesù li richiama, perché avete paura? sono io, sono Risorto e sono in mezzo a voi! Gesù non è un fantasma mangia con noi, una delle prove della risurrezione è proprio il mangiare, i discepoli testimoniano di aver mangiato con Cristo dopo la risurrezione; la realtà del mangiare insieme è la realtà della comunione, attraverso questo nostro condividere il cibo, condividiamo la vita, Cristo dopo il dolore della passione e della croce condivide la vita con i suoi discepoli.

Tante volte anche noi oggi fatichiamo a riconoscere Cristo che vive in mezzo a noi, nei nostri amici, nei nostri fratelli, specialmente negli ultimi, gli abbandonati, abbiamo paura di avvicinarli di stare con loro, di parlare e mangiare con loro, a tutti Cristo dice: “non abbiate paura!”


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)

Articolo precedenteCommento al Vangelo di domenica 18 Aprile 2021 – mons. Giuseppe Mani
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 18 Aprile 2021 – p. Alessandro Cortesi op