don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 14 Febbraio 2021

62

Oggi il Vangelo ci propone la figura del lebbroso, nella legge antica era visto come un peccatore, considerato scarto della società, colui che doveva vestirsi di stracci, portare dei campanelli per fare in modo che gli uomini si allontanassero al suo arrivo; notiamo subito un atteggiamento strano: questo lebbroso si avvicina a Gesù e gridando dice “se vuoi puoi guarirmi”.

Ciò che mi stupisce è l’atteggiamento di Gesù nei suoi confronti: “ne ebbe compassione, lo toccò e gli disse: lo voglio, sì purificato!” È straordinario questo dinamismo di sguardi di parole e di gesti, questo affrontare paure e pregiudizi da parte di Gesù, ci insegna a non conformarci mai alla mentalità del mondo, ma andare sempre oltre, avere davanti a noi sempre la domanda “cosa farebbe Gesù ora, se fosse qui?

Anche io oggi sento di chiedere al Signore di guarire il mio cuore piagato da tante ferite, tante ansie, tanta sofferenza, paura, pregiudizi, anche io grido forte: “Signore se vuoi puoi guarirmi!” Il Signore vuole la mia guarigione, mi guarisce e mi dona la forza per affrontare le tante prove della vita. Dopo essere stato guarito, dopo essere stato toccato dall’amore di Dio, non posso tenere per me quanto ricevuto, diventerò testimone del Suo Amore nel mondo!


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)