Ancora una volta questa Domenica siamo chiamati a riflettere sul Perdono, a volte crediamo che sia segno di debolezza ma sappiamo bene che non è così; Pietro chiede a Gesù fino a quante volte bisogna perdonare?

La legge dice fino a sette volte richiamando la pienezza, Gesù dice perdona fino a settanta volte sette, cioè perdona all’infinito! Perdona sempre perché tu sei perdonato sempre, come il Padre ti perdona, così perdona anche tu. Ognuno di noi ha bisogno del perdono, ha bisogno di entrare nella nuova e liberante logica di Dio.

Il perdono non purifica la memoria ma il cuore, quanto è difficile non augurare il male a chi ci ferisce, ma chiedere una vedetta nuova per loro, la conversione del cuore come vendetta per il male che ci è stato fatto! Impariamo a chiedere la conversione del cuore di chi ci ferisce, impareremo a perdonare! Il perdono è come un reset nelle nostre vite e nelle nostre situazioni, impariamo a dire “Scurdammoce o passato”… e insieme camminiamo verso il Regno di Dio.

Diventiamo figli del perdono perché a noi è stato perdonato tanto, solo rompendo le catene del rancore e delle inimicizie conquisteremo la libertà del cuore!


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)