don Guido Santagata – Commento al Vangelo di domenica 11 Luglio 2021

92

È una delle pagine di Vangelo che più ci scuote, assistiamo alla chiamata dei dodici ad annunciare il Regno, il Signore da sempre ci chiama, ci scomoda, ci mette in moto verso una vita nuova, ci mette in cammino. È il cammino l’immagine del cristiano, colui che sta per strada, in mezzo all’umanità, felice, povera, ricca, triste, in mezzo alla vita, questo cammino non si fa da soli ma a due a due, ricco di condivisioni, esperienze, cadute, ripartenze, non da soli, mai dai soli, ma insieme ad un altro! Siamo immagine di Dio e per tale motivo siamo impastati di comunione.

Cosa portare in questo cammino? Solo un bastone per sorreggersi e difendersi, per il resto, porta te stesso, porta nel mondo la tua verità, porta nel mondo la tua umanità. Dove andare? Andate nelle case, è lì che vive l’umanità, nei volti e nelle storie degli uomini e delle donne che vi abitano, degli ammalati, degli anziani, dei bambini, dei giovani, è lì che vi mando ad annunciare, nel cuore dell’umanità! Se non ci accolgono?

Non vi scoraggiate, più avanti troverete un’altra casa, poi un’altra ancora, l’annuncio vi apre all’infinito; “ed essi, partiti, proclamarono che la gente si convertisse, scacciavano molti demòni, ungevano con olio molti infermi e li guarivano”. Siamo tutti chiamati a questo cammino per guarire la vita dall’odio e dall’egoismo, dalla mancanza di amore, siamo tutti chiamati a costruire la nuova umanità che pone le sue radici in Cristo!


Commento a cura di don Guido Santagata della Parrocchia Santa Maria Assunta-Duomo di Sant’Agata de’Goti (BN)

Articolo precedenteFraternità Gesù Risorto – Commento al Vangelo del 11 Luglio 2021
Articolo successivodon Francesco Cosentino – Commento al Vangelo di domenica 1 Luglio 2021