don Giulio dal Maso – Commento al Vangelo di domenica 30 Maggio 2021

176

Parroco presso S. Francesco Saverio. Altri incarichi: Segretario particolare dell’Arcivescovo dell’Arcidiocesi di Foggia-Bovino.

La prima domenica dopo Pentecoste è ormai da secoli dedicata alla SS. Trinità. Una festa che affonda le sue radici nell’ottavo secolo e nella mente di un monaco e che poi si estende pian piano a tutta la Chiesa. Celebrare la Trinità ci ricorda che Dio è essenzialmente una comunità di persone che si amano e non una eterna solitudine…e noi siamo a sua immagine e somiglianza. Forse è il caso di riflettere sullo stile delle nostre relazioni allora…

Link al video

Articolo precedentedon Cristiano Marcucci – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2021
Articolo successivodon Manuel Belli – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2021