don Giulio dal Maso – Commento al Vangelo di domenica 16 Maggio 2021

220

Parroco presso S. Francesco Saverio. Altri incarichi: Segretario particolare dell’Arcivescovo dell’Arcidiocesi di Foggia-Bovino.

L’Ascensione ci ricorda che è necessario saper concludere ciò che si è iniziato, anche se questo ci chiede lo sforzo dell’allontanamento. L’arte del sapersi congedare è forse l’antidoto più efficace alla smania di potere e di possesso che avvelena le nostre relazioni interpersonali, amicizie e dinamiche familiari, e che alle volte arriva a soffocare chi amiamo, imponendo oltre il limite del lecito la nostra presenza e il nostro pensiero. Restiamo annunciatori, liberi e gratuiti, leggeri, così da poter ascendere senza zavorre nel cuore…

Link al video

Articolo precedenteMons. Costantino Di Bruno – Commento al Vangelo del 16 Maggio 2021
Articolo successivoBibbia, Arte e Società – Commento al Vangelo di domenica 16 Maggio 2021